Faccio promesse, le mantengo con molta calma, ma le ricordo!! “Il riso di molto molto lontano”

Stiamo facendo una raccolta di libri in edicola.

Di solito mi astengo da simili “collezioni”, ma questa mi ha colpito particolarmente.

E’ de La cucina Italiana e si chiama “Passione e tradizione in tavola” .

Devo dire che volume dopo volume, ne rimaniamo sempre più soddisfatti.

Ci sono delle ottime idee, le ricette sono spiegate bene e semplici da eseguire.

 

2013-02-23 19.17.33

Come dico sempre, di cucina non ne capisco nulla, ma creo e invento, e imparo insieme a questo blog!

E questa collana, mi aiuterà molto.

L’altra sera, abbiamo provato una ricetta dell’ultimo volume che ci era arrivato “Tradizioni dal mondo“.

Il piatto è sconvolgente. Il sapore inaspettato. Provatelo e fatemi sapere.

Per noi ogni boccone è stata una scoperta, è come se non avesse mai lo stesso sapore!!

Davvero buono, fresco, e delicato!

Ideale da mangiare tiepido o freddo.

Basta chiacchiere! Eccovi la ricetta!

Il, da me rinominato:

“Riso di molto, molto lontano”

20130218_215105

Ingredienti (per 6 persone):

-500gr riso parboiled

-500gr di melanzane

-40gr di pinoli

-40gr di uvetta

-1Lt di brodo vegetale

-olio evo

-aneto (io ho usato il cumino!)

-sale

Preparazione:

Tagliate a dadini le melanzane e asciugatele.

Friggetele in abbondante olio (circa 300gr) eventualmente in due tempi in modo che non si attacchino tra loro. Scolatele su un foglio di carta assorbente, premendole leggermente con una forchetta per eliminare l’olio in eccesso.

ALT!Io donna che lavora, torno a casa tardi, sono già in sovrappeso, casa è piccola e non ci penso minimamente a friggere la sera, quindi per la mia versione le melanzane sono state cotte in padella con un goccino d’olio, sale e aglio. 😉

Tostate il riso in 2 cucchiai di olio per 2/3 minuti, in una casseruola dal fondo spesso. Intanto in un’altra pentola, portare a bollore un litro di brodo.

Versate il litro di brodo per intero sul riso tostato, riportate a bollore, poincoprite la pentola con un coperchio, abbassate il fuoco al minimo e fate cuocere per circa 10 minuti, finche il riso non avrà assorbito tutto il liquido.

Spegnete e fate riposare per 10 minuti, poi sgranate il riso con una forchetta unite le melanzane, regolare di sale se serve e mescolate.

Versare il riso in una ciotola.

A parte, rosolate in un cucchiaio di olio i pinoli e l’uvetta, precedentemente ammollata in acqua e poi strizzata.

Condite il riso Pilaf con l’uvetta ed i pinoli e completatelo a piacere con dell’aneto tritato, o..

Con dei semi di cumino sminuzzati!

Questo slideshow richiede JavaScript.

Davvero da provare!

E’ piaciuta anche a Titti, la nostra Gattina 🙂

20130218_214816

Buon appetito

LadyC

Advertisements

4 Pensieri su &Idquo;Faccio promesse, le mantengo con molta calma, ma le ricordo!! “Il riso di molto molto lontano”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...