Le Rumene (le polpette!)

Correva l’anno 2010.

Lavoravo in un ufficio all’Eur, e l’unica cosa che voglio ricordare di quel periodo è mio marito, e queste polpettine che vi propongo oggi.

Ho conosciuto mio marito li, sul posto di lavoro, e in meno di tre mesi già convivevamo.

Ogni giorno in pausa pranzo andavamo tutti in un Bar/tavola calda, poco distante dall’ufficio.

Il bar, era tenuto da due sorelle rumene. Due donne fantastiche, sempre gentili e col sorriso, di quelle, che non se ne trovano più.

Mangiavamo li tutti i giorni.

Variavano ogni settimana il menù, si mangiava benissimo…..Lo rimpiango ogni giorno,all’ora di pranzo, quando nel nuovo ufficio si va a mensa, e entrando si è invasi da odore di brodo finto,  candeggina  e crema per le mani .

Il pranzo era una delle poche occasioni per vedermi con Lui.

E per parlare un po’.

Ci innamorammo davanti ad un piatto di fettuccine ai funghi porcini. (cuoricini svolazzanti per noi)

Uno dei must, delle Sorelle, erano le polpettine di verdure.

Ormai sapete che sono ULTRA-PRO-riciclo.

Ogni giorno tra i piatti, si trovavano le verdure lesse.

Se avanzavano, il giorno dopo le riducevano letteralmente…in polpette!! 🙂

E io non potevo resistere…erano favolose.

Quando me ne andai da quell’ufficio, passai a salutarle e…a chiedere la ricetta, che da quel momento ho chiamato “LE RUMENE”.

Anche se , effettivamente, non è il massimo quando ti chiedono:

Che cucini stasera?” o “Che mangi stasera

….e io rispondo

“..Le rumene..”

Cannibalismo a parte.

Voi cambiate pure il nome, se preferite, di solito non si offendono.

Ecco arrivato il momento, di passarvi la mia ricetta, la loro…

20130306_230440

Ingredienti:

Qua la cosa si complica.

Vi dico gli ingredienti fondamentali:

-spinaci

-fagiolini

-broccoli

-carote

E se serve o se vi va…patate!

sulle dosi che leggerete più avanti aggiungo:

-400gr di ricotta

-2 uova

-pangrattato

-noce moscata, sale e pepe

Ho messo gli ingredienti in ordine di importanza nel piatto.

Non ho mai ricevuto le quantità esatte.

Sappiate che:

se mettete

2 parti di spinaci,  metterete 1 di fagiolini, 1 di broccoli e ½ di carote.

Il mio procedimento è molto da casalinga disperata.

Vado al supermercato, mi dirigo dritta dritta al bancone surgelati e prelevo con una sicurezza che mai ho posseduto in vita mia:

-2 confezioni di spinaci in cubetti (*surgelati!)

-1 confezione di fagiolini (*surgelati!)

-1 confezione di broccoli (*surgelati!)

-1 bustina di carote (*surgelati!) di solito le carote sono vendute in bustine più piccole, altrimenti dimezzate la dose, è l’ingrediente meno importante.

Tornate a casa.

Prendete due pentoloni enormi da strega cattiva.

Riempiteli di tutte le verdure che avete preso, mischiate tutto….che tanto quella è la fine che faranno!

Mettete l’acqua, e lasciate bollire tutto finche le verdure non saranno scongelate e morbidissime (quindi fatele passare anche di cottura!)

A questo punto scolate le verdure, lasciandole per una mezzoretta dentro lo/gli scolapasta strizzandole di tanto in tanto.

Quando avranno perso tutta l’acqua, passatele nel frullatore fino ad ottenere una purea verde…

(verde  speranza….di non morire soffocata da tutta quella verdura.)

A questo punto io prendo una pentola enorme, avrà il diametro di un braccio.

Se non ne avete una così…

(NON SIETE MUNITE PERòòò ESSUUUU, CHI è CHE NON HA UNA PENTOLA COSIII!!!)

munitevi di una grossa bacinella, ora ci si sporca!! 🙂

Mettere nella padella/BACINELLA la purea di verdure, la ricotta, le uova , quattro cucchiai di pangrattato e correggere di sapore con la noce moscata (abbondate) sale e pepe, mescolate tutto con le mani e poi mettetevi direttamente in lavatrice! 🙂

IMG-20130307-WA0007

A questo punto.

Se il composto vi sembra troppo liquido, bollite qualche patata e aggiungetela al composto. (io le ho aggiunte questa volta)

Non vi aspettate una consistenza come quella delle polpette di carne, rimane comunque abbastanza morbido.

IMG-20130307-WA0006

Ora prelevate parte del composto e passatelo velocemente nel pangrattato, dandogli una forma …POLPETTOSA!!!

Mettetele su una teglia ricoperta di carta forno.

Quando avrete fatto tutte le polpette,finalmente,

( sappiate che ho visto gente afflosciarsi su una sedia dicendo “NO, NON CE LA POSSO FARE”)

aggiungiamo un goccino d’olio e inforniamole in forno preriscaldato a 200°.

Passati 40 minuti, saranno dorate e croccanti. A metà cottura consiglio di rigirarle.

Servirle calde, tiepide o fredde. Sono buonissime in ogni modo!

Bagnare le polpette con abbondante succo di limone. Ci sta benissimo!

Consiglio vivamente di liberare almeno un cassetto del freezer.

E di farle quando avete del tempo a disposizione. Il procedimento è un pò lungo, ma ne vale la pena!

Ne verranno parecchie, ed è un’ottima soluzione per chi lavora come me, che tornando a casa tardi,

non sa che mangiare.

Le puoi scongelare al microonde o al forno o a temperatura ambiente o come preferite, e avrete la cena pronta in pochi minuti.

Ottima anche da portare a pranzo in ufficio.

Mi servirebbe qualche bimbo come cavia, per vedere se così, riescono a mangiare le verdure, ma al momento ne sono sprovvista! 🙂

Questo slideshow richiede JavaScript.

Le tovagliette sono de “I Baccelli”

Ne abbiamo parlato QUI, e la potete trovare e contattare QUI .

Buon appetito

LadyC

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...