..L’arancione che Ti scalda..

Ricomincia il freddo…..e ti pareva?!!?

Ero cosi felice io….tutte le mie piantine stavano tirando fuori i germoglietti, e i boccioli dei fiori cominciavano a spuntare ( in realtà il nostro albicocco è letteralmente pieno di bocciolotti rosa!)

insomma tutto lasciava intendere che la primavera fosse davvero alle porte…e poi…..stamattina freddo e pioggia.

Uff, va be, non ci perdiamo d’animo noi!

Ritiro fuori qualcosa di autunnale, il caldo arancione che già solo a guardarlo ti scalda e ti coccola.

Passato di zucca con Crostini di pane

wpid-20141123_195648.jpg

Ingredienti (x 3/4persone):

-750 gr di zucca
-200 gr di patate
-1 scalogno
-500 ml di brodo vegetale
sale
olio
prezzemolo

-Coriandolo (opzionale)

-Qualche fetta di pane casereccio
-una grattugiata di zenzero fresco

-Panna acida (opzionale)

wpid-20141123_195434.jpg

Procedimento:

Tagliare la zucca e le patate (leviamo buccia ad entrambi e i semi dalla zucca).

Facciamo a pezzetti lo scalogno e lo facciamo soffriggere in un pentolino bello grande e con i bordi alti.

Aggiungiamo i tocchetti di verdure, li mischiamo per farli insaporire e poi li copriamo con il brodo.

Lasciamo cuocere abbondantemente, verificando di tanto in tanto che la polpa della zucca e della patata siano MOLTO morbide.

A cottura ultimata, lasciamo raffreddare e aggiustiamo di sale.

wpid-20141123_195621.jpg

Nel frattempo tagliamo grossolanamente le fette di pane, le condiamo con olio e sale e solo dopo averle condite, le mettiamo su una padella caldissima, e le facciamo abbrustolire ben bene.

Quando le verdure saranno tiepide, versare in un contenitore adatto. Io a questo punto aggiungo foglie fresche di prezzemolo e coriandolo, e una grattugiata di zenzero fresco (a vostro piacimento ma attenti che PIZZZICAAAAA). Se non avete a disposizione le spezie fresche, potete anche usare le spezie nel barattolino, certo avranno meno importanza nel sapore finale.

A questo punto, frullare con un frullatore ad immersione o in un mixer (io amo e adoro il primo!).

Versare in una ciotola, decorare con foglie fresche o anche solo con una bella manciata di crostini e un giro d’olio!

Questo slideshow richiede JavaScript.

Innaffiare tutto con un bel bicchiere di vino rosso!!! 🙂

Una caldo abbraccio e buon appetito

LadyC.

Annunci

Super Catelyn e il “Giorno riciclo#11″

E’ inutile che mi maledite per tutto questo fritto che pubblico ultimamente, sono stata già ricambiata con due bei brufoletti sul muso!!!

(BEN-MI-STA!!)

Ma sono ancora in fase riciclo tutto, e, dato che l’altra sera ho fritto le patate, ho voluto fare una ricettina provata tempo fa.

Chi mi segue sa bene quando ami le “BUCCE” delle patate!!! Non le butto mai…e stavolta…LE FRIGGO!!!

 

Con questa ricetta partecipo al CONTEST di L’Ennesimo Blog di Cucina, CRE-AZIONI IN CUCINA, di febbraio”

CRE-AZIONIfebbraio

 

La ricetta è semplicissima (come sempre!) Ma vedrete che successo.

 

“BUCCE DI PATATE FRITTE AL PECORINO”

 

Ingredienti:

-patate

-pelapatate (!!!!)

-pepe

-sale

-pecorino

NIENT’ALTRO!!!!

 

Preparazione:

Lavate le patate con il bicarbonato e sfregate bene la buccia sotto l’acqua.

Asciugatele, e utilizzando il pelapatate, sbucciatele.

Ora…buttereste le bucce voi…NON è VEROOOOOOOO?!?!

FERMI TUTTIIIIIIIIIIIIIIII!!!

Ufff…uff…allora, le patatine belle sbucciate le mettete da parte e ci fate quello che volete ..MA DOPOOOO!!!

ora mettete l’olio sul fuoco, portatelo a temperatura (il trucco,  è inserire uno stecchino nell’olio. Quando ci saranno le bollicine nella parte inserita nell’olio, è pronto per friggere!)

Buttate le BUCCE delle patate nell’olio (SI AVETE CAPITO BENEEEE, LE BUCCEEEEE, LE PATATE…DOPOOOO!!!)

e friggetele per bene, devono diventare dorate e croccanti.

Scolare le bucce, asciugare su carta assorbente e servire cospargendole di : PECORINO, PEPE E SALE!!!!

“Non mi guardare così…non fare quella faccia!!!! Prima assaggiale!!! E poi mi dici…..Fidatiiiiii!!!!!!!!! “

Questo slideshow richiede JavaScript.

Ciao amiciiiiii, buon appetito!!!

LadyC.

 

Tortino di patate ripieno

Venerdì scorso, giravo incuriosita per il web, alla ricerca di qualche rivenditore online, di prodotti tipici, e gira che ti rigira, mi sono imbattuta in una ricettina calabrese niente male, a base di…….PATATE.

Si ok, ok. Prometto che dopo questa la smetto per un po’ con le patate!

Ma ne vale la pena.

A leggerla sembra molto più pesante di quello che risulta effettivamente.

Mi sono permessa di modificarla un po’ rispetto all’originale, Vi riporto la mia versione!

Consiglio di provarla.

Il maritozzo ancora si lecca i baffi!

Anche il gatto, in realtà….che cercava di mangiarne il ripieno (da quando ai gatti piacciono le cipolle?!?!?!?!?)

INGREDIENTI X2:

  • 6/7 patate medie
  • 30 gr di capperi sotto sale
  • 2 acciughe sott’olio
  • 2 cipolle rosse di Tropea belle grandi
  • 120gr di olive nere snocciolate
  • Una 20ina di pachino

Lessare in una pentola le patate.

Farle freddare.

Io a questo punto mi sono aiutata con il frullatore. Ma potrete usare anche lo schiacciapatate.

Frullare le patate aggiungendo sale q.b. , due cucchiai d’olio e 20 gr di olive snocciolate.

A parte:

Far dissalare i capperi immergendoli per qualche minuto in una ciotola con acqua (e se volete con un cucchiaio d’aceto).

Tagliare le due cipolle rosse a fette grossolane e mettere ad imbiondire in padella con dell’olio Evo.

Aggiungere i pomodorini a pezzetti, le restanti olive, le due acciughe ed i capperi sgocciolati.

E far cuocere a fuoco moderato per almeno 10 minuti.

Terminata la cottura, cominciamo a comporre il piatto.

Mettere sul fondo di una teglia, metà del composto di patate lesse.

Pareggiarlo con un cucchiaio, o un leccapentole.

Mettere ora il composto di cipolle sopra le patate, mettendolo principalmente verso il centro, e poi verso l’esterno.

Ricoprire il tutto con l’altra metà delle patate lesse, formando così un tortino.

Pareggiare la forma e richiudere i bordi facendo pressione con le dita, in modo che il ripieno, non possa uscire.

Spennellare la torta con dell’ olio.

Infornare a 200°, per 20 minuti.

Terminare la cottura con 3 minuti di grill.

Alternativa:

se avete una cena, potete pensare a delle monoporzioni, cuocendo i tortini, nei pirottini dei muffin!

Buon appetito!!

PATATE AL CARTOCCIO

Un altro contorno semplicissimo e di sicura riuscita sono le “Patate al cartoccio”.

Nella mia lunghissima “lotta con le patate”, ho cercato di ricreare il sapore della “patata sotto la cenere”.

Il sapore non è certo lo stesso, ma le ricorda.

Altra ricetta semplicissima!

Quando ho tanti amici a cena, opto per queste.

Come sempre consiglierei di abbondare con le quantità, in questo modo, avrete la materia per la prossima ricetta: “LE TATE”.

 

PATATE AL CARTOCCIO:

(foto presa in prestito, scusatemi attualmente non ne ho, ma appena possibile metterò le mie!)

 

Unici ingredienti:

-Patate

-Carta alluminio

-Bicarbonato

 

PER CONDIRLE:

-Burro

-Sale

-Timo

 

 

PREPARAZIONE:

Preriscaldate il forno a 180/200°.

Lavate bene le patate con il bicarbonato, sfregando bene la buccia.

Asciugatele con dello scottex e, senza sbucciarle, arrotolatele senza troppa cura, nella carta alluminio.

Infornatele.

Verificare la cottura provando a incidere attraverso la carta, la patata. Quando il coltello “affonda”, sono pronte (più o meno 20 minuti).

 

Vanno servite calde, nella carta alluminio.

Ognuno aprirà la carta sul suo piatto, sprigionando vapore e profumo intenso.

La condirà poi a piacere con burro, sale e timo.

Consiglio di fare dei tagli nella polpa della patata per far scendere bene il burro e condirla completamente.

 

E’ un piatto che può essere preparato anche qualche ora prima, l’alluminio mantiene il calore, se si dovessero freddare, basterà qualche minuto in forno.

 

 

Patate al forno con buccia croccante!

Eccoci con la prima ricetta delle patate al forno.

Ho scoperto che la buccia della patata, è una delle cose più buone di questo tubero.

Ho cominciato infatti, a lavarle sempre con il bicarbonato, sfregandole per bene.

Giusto ieri sera, ho provato a fare le patate al forno, lasciando la buccia e tagliandole a pezzi molto grandi.

Sembrava un piatto rudimentale.

Le avrei viste bene, appoggiate sulla carta marrone, in una ciotola di ceramica scura, color terra.

Erano da mangiare con le mani, accompagnate solo, da un calice di birra non filtrata.

E magari…davanti al camino..tiè!!

INGREDIENTI:

  • Patate (QUANTA FAME AVETE??)
  • Olio EVO
  • Preparato brodo vegetale TODIS
  • Sale
  • Pepe

Pulire le patate, con il bicarbonato, sfregando ben bene la buccia. E sciacquare bene.

Accendere intanto il forno a 200°.

Prendere un coltello ben affilato, e tagliale prima in due, poi in quattro.

Io, mi fermerei qui. Lasciatele belle grosse, e magari fate qualche taglio per obliquo, se sono troppo grandi.

Stendetele su una teglia, coperta da carta forno.

Versate sopra olio, preparato, sale e pepe e immergete le vostre mani nelle patate, mescolandole benissimo, quasi massaggiandole.

Ponetele ben distese, nessuna deve sovrastarne un’altra. Questione di rispetto tra PATATE. 🙂

Alzate il forno a 250°, e infornatele.

Le bellisime patate appena infornate e LadyCat che le fotografa con il suo cat-phone!!!                                                        (Ecco le patate appena infornate e sullo sfondo LadyCAt che le fotografa con il suo Cat-Phone!!!)

A questa temperatura  verrà una bella crosticina.

Non muovetele più, ma controllate di tanto in tanto con un coltello che la polpa sia morbida.

A cottura ultimata, potete dare un minutino di grill.

Io vi posto solo le foto….

Poi..ditemi Voi!!

 

 

PATATE…al forno…e non solo!!!

 

Fino a due anni fa, litigavo con le patate.

Non mi piacevano cotte in nessun modo. Quelle che mangiavo a casa non mi piacevano, ma a casa nostra vigeva la regola –NO OLIO-  e quindi va da sé…che “NON SI POTEVANO MANGIà”.

Andata a convivere con mio marito, ho subìto l’affronto delle patate di mia suocera, e da quel momento è diventata una sfida con  me stessa:   “Patata….tu mi provochi?! E io TI CUCINO”!!

La prima sfida, è stata con le patate al forno.

Mangiavo solo quelle di rosticceria, e le volevo fare uguali.

Nemmeno a dire che gran parte della riuscita, sta proprio nel TABU di casa mia…l’OLIO!!

Ma poi vanno insaporite per bene.

Io adoro usare il preparato per brodo in polvere che compro al TODIS.

Lo uso per insaporire qualsiasi cosa (compreso il petto di pollo alla piastra, che viene divino!!)

A breve, vi posterò una foto di tale insaporitore divino ed economico! 🙂

 

Ora tra me e mamma è nata una guerra infinita, alla patata più buona.

E padre e marito, RINGRAZIANO SENTITAMENTE!

 

Ho deciso quindi di aprire una CATEGORIA “PATATE”, per condividere con voi tutte le mie gustose scoperte nel mondo della “PATATA al forno..e non solo”!

 

Il mio obiettivo non è mai stato di insegnare niente a nessuno, le mie ricette sono semplici, a volte dozzinali.

Ma so che tra chi mi segue ci sono donne che si dichiarano inesperte ai fornelli, e quindi, mi piace stimolare un po’ la loro fantasia e far vedere quanto è facile, a volte, preparare una cenetta!!