Gli Scialatielli al Tonno le Zucchine ed il Limone

 

20170829_203028_HDR-01Alla voglia di pastasciutta anche in estate non si dice mai di no!

Tantomeno io e Maritozzo, non potremmo mai!

Avevo comprato degli scialatielli, perche …no…..non li avevo mai fatti e mi avevano fatto gola.

E ho trovato giracchiando in rete, la ricetta di questi scialatielli. Ve li condivido, perchè meritano e sono di una semplicità e bontà esagerata!

Adatti anche ad una mamma, che deve preparare la cena di corsa! Testato!!!!

Ingredienti:

  • 250gr di scialatielli
  • 2 zucchine grandi
  • uno spicchio d’aglio
  • 2 scatole di tonno sott’olio
  • sale, pepe e olio extravergine d’oliva
  • 1 limone

Procedimento:

Grattugiare le zucchine con la grattugia a fori larghi.

Far rosolare in una padella l’aglio con un goccio d’olio, aggiungete le zucchine e fatele appassire per il tempo di cottura della pasta.

Sgocciolate poi il tonno e unitelo alle zucchine, insieme al succo di un limone grande (se amate il sapore del limone, altrimenti anche solo mezzo, basterà).

Scolare la pasta al dente e mantecarla al condimento con l’aggiunta di un mestolo d’acqua di cottura, mantecate bene bene bene e spolverate un po di pepe nero……….

20170829_203123_HDR-01

Buon appetito!

LadyC.

 

Fonte ricetta: http://blog.giallozafferano.it/gnamgnamplus/scialatielli-limone-tonno-zucchine-ricetta/

Annunci

..L’arancione che Ti scalda..

Ricomincia il freddo…..e ti pareva?!!?

Ero cosi felice io….tutte le mie piantine stavano tirando fuori i germoglietti, e i boccioli dei fiori cominciavano a spuntare ( in realtà il nostro albicocco è letteralmente pieno di bocciolotti rosa!)

insomma tutto lasciava intendere che la primavera fosse davvero alle porte…e poi…..stamattina freddo e pioggia.

Uff, va be, non ci perdiamo d’animo noi!

Ritiro fuori qualcosa di autunnale, il caldo arancione che già solo a guardarlo ti scalda e ti coccola.

Passato di zucca con Crostini di pane

wpid-20141123_195648.jpg

Ingredienti (x 3/4persone):

-750 gr di zucca
-200 gr di patate
-1 scalogno
-500 ml di brodo vegetale
sale
olio
prezzemolo

-Coriandolo (opzionale)

-Qualche fetta di pane casereccio
-una grattugiata di zenzero fresco

-Panna acida (opzionale)

wpid-20141123_195434.jpg

Procedimento:

Tagliare la zucca e le patate (leviamo buccia ad entrambi e i semi dalla zucca).

Facciamo a pezzetti lo scalogno e lo facciamo soffriggere in un pentolino bello grande e con i bordi alti.

Aggiungiamo i tocchetti di verdure, li mischiamo per farli insaporire e poi li copriamo con il brodo.

Lasciamo cuocere abbondantemente, verificando di tanto in tanto che la polpa della zucca e della patata siano MOLTO morbide.

A cottura ultimata, lasciamo raffreddare e aggiustiamo di sale.

wpid-20141123_195621.jpg

Nel frattempo tagliamo grossolanamente le fette di pane, le condiamo con olio e sale e solo dopo averle condite, le mettiamo su una padella caldissima, e le facciamo abbrustolire ben bene.

Quando le verdure saranno tiepide, versare in un contenitore adatto. Io a questo punto aggiungo foglie fresche di prezzemolo e coriandolo, e una grattugiata di zenzero fresco (a vostro piacimento ma attenti che PIZZZICAAAAA). Se non avete a disposizione le spezie fresche, potete anche usare le spezie nel barattolino, certo avranno meno importanza nel sapore finale.

A questo punto, frullare con un frullatore ad immersione o in un mixer (io amo e adoro il primo!).

Versare in una ciotola, decorare con foglie fresche o anche solo con una bella manciata di crostini e un giro d’olio!

Questo slideshow richiede JavaScript.

Innaffiare tutto con un bel bicchiere di vino rosso!!! 🙂

Una caldo abbraccio e buon appetito

LadyC.

E CHE -CAVOLO- MO’ TI PISTO….. ANZI…TI PESTO!

Non sono diventata monotematica, ma mi erano avanzate 5 fogliettine di cavolinoooooo!

Prometto che poi basta cavolo, nero!

Promesso, per un po’……per almeno un paio…di giorni 😀

Insomma suuuuu, non ve la prendeteee! Ma è autunno. E autunno è zucca ed è cavolo nero, e le prime zuppetteeee.

Dai dai, sentite questa, poi mi dite se non valeva la pena!!!

 

PISTO ehmm…PESTO DI CAVOLO NERO CON GRANELLA DI MANDORLE

wpid-20141006_211212.jpg

(tzè..ma che vi credete! Mica facciamo minsetrstine qua eh!)

Ingredienti:

-5/6 foglie di cavolo nero

-3 spicchi d’aglio

-2 acciughine sott’olio

-una 20 ina di mandorle spellate, da utlizzare tra pesto e granella.

 

Procedimento:

Prendete quelle 5 foglioline tristi ed abbandonate che vi sono avanzate quando sicuramente il giorno stesso che ve l’ho scritta, avete provato la mia ricettuzza dei crostoni (QUI), e lavatele! 🙂

Mettiamole a bollire per 30 minuti abbondanti (stavolta ci servono mollissime!)

In padella, faccio soffriggere (poco poco poco) aglio e olio, con due alicette tra-la-là, che si scioglieranno in men che non si dica.

wpid-20141006_204500.jpg

Quando l’alicetta per magia non c’è più, scolo le fogliline che erano tristi ma adesso stanno epr diventare felicissime, e le tuffo nel pentolone, a farle insaporire per bene.

wpid-20141006_204650.jpg

Copro qualche minuto con il coperchio e faccio rosolare per bene.

Nel  frattempo, aiutandomi con un mortaio, sminuzzo un po’ di mandorle, che mi serviranno  a piatto completato.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Quando il cavolo sarà bello insaporito, prendo il mio Triblade (KENWOOD NON MI PAGA, GIURO! )

Metto dentro tutto ciò che stava in padella(cavolo, aglio, acciughina svanita),una manciata di mandorle e  un mestolo dell’acqua di cottura della pasta

(avete messo l’acqua per la pasta?!??!? MA CHE VI DEVO DIRE TUTTO IOOOOOOOOOO?!?!?!?)

wpid-20141006_205507.jpg

 

E frrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrullo tutto e rimetto nella stesa padella dove le avevo insaporite.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Una volta cotta la pasta (avete buttato la pastaaaaaaaaaa??)

La scolo con un mestolo, così tratterrà più acqua, e manteco per un paio di minuti nel pesto di cavolo.

Servo nel piatto e finisco con una manciata di granella.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Consiglio olio al peperoncino e….PECORINO. quello non lo nego mai!

 

Buon appetito!

Lady C. (drogata anche di cavolo nero)

L’orto delle Meraviglie

Il nostro orto cresce e cresce, ed ogni tanto, spunta un’enorme fiore giallo dalle zucchine.

Un giallo che da una gioia infinita, specialmente pensando a chi, del mestiere, mi sconsigliò di fare l’orto in quell’angolo, che non sarebbe mai “venuto su” nulla.

E invece mi ritrovo a regalare odori per il condominio, ne faccio mazzetti,  perche’ ne siamo pieni;

e crescono, e crescono.

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

Al terzo fiore spuntato, ho deciso di non aspettare più, che non li potevo sprecare;

Si lumachina, dico a te….me ne hai mangiati fin troppi.

E io te li ho lasciati mangiare, a patto che mi lasciassi in pace il resto, ma perdincibacco! Un po’ per uno!!!!

 

E così sono entrata nell’orto, le mie gambe sono sparite per qualche istante, tra le foglie di zucchina e quelle di rabarbaro.

Qua e là per sbaglio pestavo qualche foglia di maggiorana, urtavo un po’ la menta con un ginocchio.

E mi perdevo negli odori.

Sognavo ed ero felice.

Perché ho sempre sognato un orto così, tutto mio.

20140510_091248 20140510_091257

Dal primo raccolto è nato questo piatto, che condivido con voi.

 

Lo spaghetto dAll’orto delle meraviglie.

 

Questo slideshow richiede JavaScript.

 Ingredienti:

-200gr di spaghetti integrali

-4/5/6 acciughine sott’olio

-3 fiorelloni di zucca enormi dell’orto di LadyCat

 

Come mio solito, metto a sciogliere le acciughine nell’olio a fuoco basso basso.

Quando si sono sciolte, levo la padella dal fuoco, e subito subito, finchè l’olio è ancora bollente,  grattugio, con la grattugia a fori larghi una zucchina e la lascio riposare nell’ olio.

In questo modo si cuocerà solo con il calore e rimarrà croccante.

A parte taglio a listarelle i fiori, e li lascio li.

Una volta cotta la pasta (la scolo al dente) la passo un paio di minuti nella padella, con poca acqua di cottura e quando si è amalgamata verso i fiori, spengo, servo, sogno!

 

Buon appetito

LadyC

E dopo il verde, oggi passo col Rosso!

Altre idee strane che frullano in testa. Vedo ingredienti, invento piatti.

Stavolta mi sono inventata un risottino molto colorato!

Con ingredienti bizzarri assieme, ma il risultato è stato ottimo.

 

Risotto con Rape rosse e Caprino

IMG-20140401-WA0006

Ingredienti (x 4 persone):

-400 gr di riso

-3 rape rosse grandi già bollite

-1 confezione di caprini Osella (100gr)

-1,5 litri di brodo vegetale

-sale

-cipolla

-olio

 

Mettiamo subito a fare un bel brodino vegetale con delle belle verdurine fresche (non è assolutamente vero! Ho usato una porzione di brodo vegetale Knorr cuore di brodo alle verdure. Si, cominciate pure a tirarmi i pomodori!!).

cdb_verdure(3)

Tagliamo la cipolla e la mettiamo nel pentolone con l’olio e  la facciamo soffriggere.

Mettiamo il riso a tostare.

Dopo pochi minuti cominciamo a versare il brodo. Mestolo dopo mestolo.

IMG-20140401-WA0008

Prendo le rape, e le frullo molto finemente.

IMG-20140401-WA0004

Versiamo ora le rape nel riso, e continuiamo a farlo cuocere aggiungendo mestoli di brodo, aspettando che si asciughino man mano.

Il riso prenderà un bel colore rosso!!!

IMG-20140401-WA0003

Arrivato a cottura desiderata, spengo il fuoco, verso i due caprini nella pentola e continuo a mescolare finchè non si è amalgamato perfettamente.

Che dite, Vi conquisto con questo rosè? 🙂

Questo slideshow richiede JavaScript.

Provatelo!

Buon appetito

Ladyc

 

 

 

Un saluto….al pesto! !!

image

image

image

image

image

image

image

image

Ci sono..sono qui…mi vedete?!
Periodo di cambiamenti e spostamenti….Progetti per il futuro che si fanno largo.
E sempre meno tempo a disposizione. …
Oggi vi dedico la nostra cena di ieri sera . Pasta al pesto con fagiolini e patate.
La vera…a mia memoria. .pasta al pesto genovese. (Invito gli amici genovesi a darmi contro!!! 🙂 )
Basterà bollire patate e fagiolini nell’acqua insieme alla pasta (nel mio caso quella integrale). Scolare tutto insieme quando la pasta è un po al dente e condire in padella con pesto fatto in casa … (ahahah, scherzo…sono la solita…stavolta ho usato il pesto Biffi, devo dire…tra quelli provati in barattolino..uno dei più buoni e sapidi)
Questo piatto ha ben poco di dietetico ma….ogni tanto ci vuole!
Buon fine settimana a tutti,
LadyC

Million Dollar Dishes!!!

Un paio di giorni fa ero al supermercato, prendevo della frutta ed il mio occhietto è finito su uno strano oggetto privo di colore, tra tutta la frutta coloratissima esposta!

Mi sono avvicinata, e l’ho riconosciuto!

L’asparago bianco!
Mica l’ho letto il prezzo….Afferro il mazzetto di quei cosini bianchi e corro alla bilancia, già pensando ad un favoloso risottino.

Esce l’adesivo con il prezzo e….

“EHHHHHHHHHHHHH?!COSAAAAAAAAAAAAAA!?..MA DICO..SAREMO MATTI?!”

NOVE EURO,DICO NOVE!!!!

Maritozzo mi guarda bianca davanti alla bilancia, ma tanto nemmeno ci prova a farmi cambiare idea, vedeva i fumetti che uscivano dalla mia testa con il risottino li che si cuoceva, li prende e li mette nel carrello.

Io lo seguo, ancora frastornata…che penso che “QUESTI SO MATTI, C’è CRISI C’è…..

Vi dico solo che la cassiera passa gli asparagi, poi li ripiglia quasi al volo e mi fa “ECCHESSò QUESTI?!”

E io “E’ oro a forma di asparagi”

“Ma ssssò bianchi…..non li ho mai visti”

“Visto il prezzo, meglio che Tu non li abbia mai visti” le rispondo

Al che vede il prezzo e fa….

“EHHHHHHHHHHHHH?!COSAAAAAAAAAAAAAA!?..MA DICO..SAREMO MATTI?!”

NOVE EURO,DICO NOVE!!!!

Mi limito ad un “Eh…..”

E tanto per rendere la cosa più facile ci si mette pure la signora dietro di noi….

“Come minimo SE-DEVONO-DA-CUCINà-DA SOLI, AHò!!!”

Maritozzo se la ride e paga.

Sant’uomo, ma tanto sapeva che era inutile, il risotto era praticamente già cotto, nella mia testolina!!!

 

Risotto con asparagi bianchi

IMG-20130505-WA0002

Ingredienti (x2):

-3 bicchieri di riso Roma (“Uno a persona ed uno per la pentola!”)

-8 asparagi bianchi (mentre li buttate in pentola salutateli, baciateli e ringraziateli di essere qui con voi!)

-1 bicchiere di vino bianco

-1 scalogno

-parmigiano q.b (io ti direi A VOLONTààà!)

-1lt e 1/2 di brodo vegetale

-olio

-pepe

-sale

 IMG-20130506-WA0000

Preparazione:

Prendete gli asparagi che giacevano sicuramente sul trono regale nel frigo, scusatevi per il disturbo, ringraziateli della loro presenza, ed uccideteli, dopo averli puliti e levato la parte finale del gambo, gettandoli in acqua bollente!!

Sbollentarli per 5/6 minuti e poi scolarli e freddarli.

Lasciate le punte intatte, e tagliate a rondelline il gambo, lasciando da parte la parte un po’ più duretta in fondo… (li ho pagati 9 euro, non butto via nulla, poi fate voi!!)

Preparate un litro e mezzo di brodo vegetale.

Mettete nel frullatore i fondi degli asparagi, con un mestolo di brodo e frullate ottenendo cosi una bella spumetta bianca, che metteremo come base nel piatto.

Mettiamo in padella un goccino d’olio e lo scalogno. Quando lo scalogno si sarà appassito mettere il riso a tostare.

Sfumare poi un bicchiere di vino.

IMG-20130506-WA0007

IMG-20130506-WA0006

Aggiungere le rondelline  di asparagi, e cuocere mettendo poco brodo alla volta.

Assaggiate di tanto in tanto per testarne la cottura.

Quando avrete raggiunto la cottura ideale, spegnete il fuoco e aggiungete del parmigiano.

Devo dire che al momento di farlo mi è sembrata una violenza, temevo coprisse il sapore delicato dell’asparago.

Ma mentre mangiavo ho poi capito l’utilità.

L’asparago bianco è amaro. Il parmigiano lo mitiga molto.

Mettere nel piatto la spuma ed adagiare sopra il risotto, decorando con le puntine di asparago.

Consiglio pepe nero macinato al momento.

IMG-20130506-WA0004

IMG-20130506-WA0003

IMG-20130506-WA0002

 

Buonissimo il mio…Million Dollar Dish!

Buon appetito,

LadyC

 

Linguine integrali con San Marzano gratinati e alicette tra-la-la!

E come ormai spesso, troppo spesso che quasi mi spavento, accade, leggo i vostri blog e trovo ricette studiate esattamente sugli ingredienti che ho in frigo.

Una delle mie passioni sono le verdurine al gratin, e succede che se compro 5 kg di verdura, quella sera stessa 2,5kg di quelli finiscono “integliati” in forno con tanto tanto tanto pangrattato sopra.

E ci andiamo avanti per giorni.

E così sono finiti metà dei San Marzano comprati freschi freschi, che mi facevano pena seppelliti nel frigo, e li vedevo più felici in forno.

Se non altro, più felici noi! 🙂

E così lava, taglia spargi, rivesti ,condisci e inforna.

Solo che c’han messo troppo…e la cena era finita.

Dopo cena li ho quindi fatti freddare e poi coperti con la pellicola li ho ricondotti alla loro prigione:

 IL FRIGO!

Il giorno dopo, leggevo i vostri blog e…

Mi trovo un primo strafavoloso di TORTE DI NUVOLE, che usava proprio dei pomodoretti al forno.

IMG-20130502-WA0004

 

Ho modificato la ricetta in base alle mie esigenze, la sua originale la potete trovare QUI!

E via!

Il mio contorno, si è trasformato in pochi istanti in un primo piatto (velocissimo!) da leccarsi baffi, baffetti e piattini!!

 

Linguine integrali con San Marzano gartinati e alicette tra-la-la!

IMG-20130502-WA0002

IMG-20130502-WA0003

Ingredienti:

 

-120gr si linguine integrali

-6 pomodori San Marzano

-pangrattato

-4/5 alici sott’olio

-prezzemolo

-aglio

-olio

 

Preparazione:

 

Pulire i pomodori e divirerli a metà per la lunghezza.

Foderare una teglia da forno , con la carta, disporre i pomodori uno accanto all’altro e salarli abbondantemente, spargere prezzemolo, pangrattato a volontà e per ultimo un filo d’olio a correre su tutti.

Infornate a 180/200° per 40 minuti abbondanti. (se si sbruciacchiano sono più buoni)

Mettere a cuocere le linguine.

Tagliare a pezzetti i pomodori.

Prendere una padellina antiaderente, far scaldare un goccino d’olio con uno spicchio d’aglio.

Mettere le alici e farle sciogliere nell’olio, aggiungendo poi i pomodoretti fatti a pezzettini.

Girare velocemente pochi minuti e spegnete il fuoco.

Scolare le linguine al dente e finire la cottura in padella con un mestolo dell’acqua di cottura!!!

IMG-20130502-WA0005 IMG-20130502-WA0003

 

 

Buon appetito!

LadyC

Risotto con Verdurine e polpa di Datterini gialli, e tanta confusione!

IMG-20130427-WA0013

Sono dell’idea che queste settimane zoppicanti tra ferie e ponti, siano le peggiori.

So bene di essere in minoranza, ma perdo davvero l’orientamento!

Non capisco se oggi è lunedì, perché ieri ero a casa…quindi era domenica…ma poi no perchè domani è venerdì…AHHHHHHHHH!

Ok, oggi è giovedì, 02 maggio, mancano 16 giorni al mio compleanno, che come ogni anno, non festeggerò, perché abbiamo una comunione…. *__________*

Uffff!

Piove e fa caldo. Poi c’è il vento freddo e domani ci saranno sicuramente 30 gradi, mentre stamattina stavamo a 15.

Tutto è confuso, poche certezze.

La prima che mi viene in mente, ogni 1 maggio, le mie piante fanno le rose!

La seconda, è che oggi 2 maggio, festeggiamo 1 anno in casa nostra!

…ho fame….

La terza….bollette da pagare?

La quarta….Non vedo l’ora che arrivi stasera per cucinare! 🙂

…ho fame……

Ieri ero tutta felice perchè avevo preparato una torta al riso integrale. Non vedevo l’ora di assaggiarla e di postarne la ricetta, ma è stato un disastro. E si che con i dolci sono una frana, ma li secondo me c’era qualche problema sulla ricetta. Mancava qualche passaggio!

Quindi niente tortina, ne per voi, ne per i nostri amici ieri, ma vi propongo una ricettina così,

primaverile ma non troppo, calda ma non troppo, giusta giusta per questo clima incerto!

Risotto integrale con verdurine e succo di datterini gialli

IMG-20130427-WA0012

Ingredienti(x2):

-120gr di riso integrale

-2 carote medie

-1 zucchina grande

-1 vasetto di Pomodoro Datterino Giallo al naturale (di Così com’è)

-500ml di brodo vegetale

-sale

-pepe

Preparazione:

Preparare 500 ml di brodo vegetale.

Tagliare a dadini piccoli le carote e la zucchina.

Mettere in padella un goccino d’olio con due spicchi d’aglio e versare le verdurine.

Farle rosolare per bene, poi accantonare tutto in una parte della pentola.

Versare nello spazio ricavato il riso integrale e farlo tostare per bene, mischiare poi con le verdure e girare per amalgamare il tutto.

Levare i due spicchi d’aglio.

Versare tutto il brodo in padella e chiudere il coperchio.

Lasciar cuocere per una decina di minuti.

Prendere i datterini pelati, levarne il picciolo e farli a pezzettini.

Se a questo punto non si l’acqua non si fosse assorbita del tutto, far cuocere qualche minuto ancora, senza coperchio.

Versare i datterini con il loro succo nella padella, amalgamare sul fuoco ancora per un paio di minuti, e servire.

IMG-20130427-WA0010

IMG-20130427-WA0007

Buon appetito!

LadyC

Tagliolino vers.2 “Italia a modo mio”

Da sempre, se penso a cibi che riportino i colori della bandiera italiana penso a basilico, mozzarella e pomodoro.

Ma l’altro giorno, ho cambiato idea.

Sono tornata a casa tardi, avevo il (famoso) mezzo pacco di tagliolini da finire. 🙂

Decido di buttar giù qualcosa.

Senza idee, ma con l’unico scopo di liberare presto lo spazio nel frigo.

Tiro fuori velocemente

Del formaggio spalmabile, dei porri e dei pomodorini ciliegino secchi.

Li guardo e…..la bandiera dell’Italiaaaaaaaaa!!

Ma questa è Italia , a modo mio!

 

Altra ricetta velocissima, e di sicuro successo!

Sicuramente da provare!

 

TAGLIOLINI “ITALIA A MODO MIO”

 20130321_210454

Ingredienti:

-250gr di tagliolini all’uovo

-1 porro

-30 gr di ciliegini secchi

-90 gr di formaggio spalmabile light (tipo philadelphia)

 

Procedimento:

Tagliare via la prima foglia del porro.

Tagliarlo a rondelline e sgranarlo.

Far scaldare un goccino d’olio e.v.o. in padella.

Versare il porro e farlo rosolare.

Aggiungere i pomodorini e mischiare.

Mettiamo in padella anche il formaggio con un mestolo d’acqua di cottura.

Si creerà una cremina.

Salare a proprio piacimento.

 

Quando la pasta sarà quasi cotta scolarla e farla mantecare pochi minuti in padella.

Servire in tavola Decorando la porzione con i porri ed i pomodorini.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Buon appetito

LadyC