Straccetti di Pollo, i “Salva Cena”

Veloce veloce e anche di effetto! Giornataccia…Stanchi, piove…non vi va di andare a fare la spesa….Quante volte!!!!!

Ecco un Salva Cena, tutto surgelato***** di sicuro successo!

Da poco prima che nascesse La Gigia, ho convinto Maritozzo a comprare un pozzetto e a rifornirci di surgelati da Bofrost. Probabilmente merito insulti per questo, ma è pur vero che tante tante volte mi ha salvato la Cena o dalla visita all’ultimo minuto di Amici!

Hanno prodotti molto buoni. Specialmente le verdure surgelate.E ormai, ogni tot mesi, facciamo scorta di verdure o prodotti semi-pronti, per le giornate “NO“.

Sapete che sono un po “comodina”, e non utilizzo sempre prodotti freschi, ma il mio blog è proprio questo, “come sopravvivere in cucina, con gli orari lavorativi da stakanovista”.

Quindi, spesso utilizzo i prodotti surgelati.

Naturalmente lo stesso non è per Gigia, per lei Io e Mamma compriamo prodotti Bio e freschi dal contadino.

Proprio ieri, mi trovavo in una giornata “NO“, ma volevo fare bella figura con Maritozzo e preparargli una bella cenetta , e allora, guarda che ti tiro fuori dal freezer!!

A volte davvero, basta un po di fantasia, e i soliti ingredienti noiosi, riprendono vita in piatti deliziosi!!!!

Straccetti di Pollo con punte di Asparagi

img-20161025-wa0031.jpg

Ingredienti:

  • 200 gr di punte di asparagi surgelate Bofrost (nel caso nel fresco, bollitele e tagliatele a pezzetti!!!!)
  • una confezione di petti di pollo
  • sale
  • olio
  • aglio
  • cipollina
  • curry in polvere
  • basilico, dragoncello, erba cipollina…e tutte le spezie che più vi piacciono!

Procedimento:

Prima di tutto prendo i petti di pollo, e con l’aiuto di una forbice da cucina, lo faccio a pezzetti.

Soffriggo olio aglio e cipollina nella padella antiaderente.

Aggiungo le punte di asparago e un dito d’acqua e sale q.b, quando gli asparagi saranno ben cotti, aggiungo il petto di pollo a pezzetti, e le spezie. Faccio cuocere qualche minuto, e poi copro con il coperchio per 5/6 minuti.

Spadellare, servire, ricevere complimenti, e datevi una pacca sulla spalla, perchè in 10 minuti vi siete fatte un piattino niente male!!!

img-20161025-wa0030.jpg

Maritozzo ha apprezzato come sempre!!!

Buon appetito

LadyC.

 

Annunci

Passatina di ceci e mazzancolle

Questa è una di quelle ricettine veloci che mi piacciono tanto.

Quelle che……se gli amici ti chiamano alle 18.00 e ti dicono, veniamo a cena….non ti fanno sbiancare!

Quelle che…….l’unica cosa che potresti non avere sono le mazzancolle…e a quel punto potresti pure mandare tuo marito a comprarle…..e al 90% è assicurato che chiedendogli bene scandendo

DUECENTOCINQUANTAGRAMMIDI M A Z Z A N C O L L E

Potrebbero tornare a casa, davvero con quelle!!!! (non sono però stati fatti test accurati….c’è chi il marito l’ha mandato a prendere l’aceto……ed è tornato col tonno…perdire…)!!!!
Una ricettina veloce e di sicuro successo.
Presa da una ricetta di mamma e rivista in chiave asiatica.

wpid-20150301_193649.jpg

Fatta con ingredienti facili da trovare , che in casa mia….non mancano mai!!

Ingredienti :
2 barattoli di ceci
-1 barattolo di fagioli bianchi
-3 cucchiani di curcuma
-2 cucchiai di farina di cocco
-250 gr di mazzancolle cotte a vapore
-1 jalapeno
-1 scalogno
-olio, sale e pepe

Procedimento
Mettere l’olio, il jalapeno (o peperoncino normale) a fettine e lo scalogno a soffriggere velocemente in una pentola alta.
Versare poi i ceci e i fagioli ben scolati direttamente dal loro barattolone! 🙂

Mischiare bene e far insaporire.
Dopo qualche minuto aggiungere la curcuma. E continuare a girare.

Quando si saranno ben amalgamati e colorati spegnere il fuoco.
Senza cambiare pentola con un minipimer ho ridotto tutto in purea aggiungendo un bicchiere d’acqua

(potete regolarvi in base alla densità che preferite,  a noi piace bella densa e consistente.)
Ottenuta la purea della consistenza desiderata, aggiungo i 2 cucchiai di farina di cocco                                                       (mi raccomando prendete quella al naturale senza zucchero!! ) ,

aggiungo le mazzancolle intere, precedentemente pulite da carapace e testolina (e-per-carità-levate-anche-gli-intestini!)

e mischiare bene bene per scaldare tutto.
Servite in una ciotola finendo il piatto con olio, pepe e un’abbondante spruzzata di lime.

Noi abbiamo accompagnato il tutto, con una bella birra gelata!

Questo slideshow richiede JavaScript.

Buon appetito
LadyC

Quando l’Alunno supera il Maestro.

Ormai ho deviato Maritozzo.
Le cose viste e riviste non mi piacciono, e credo stia cominciando a pensarla come me.
Speso causa i miei orari di lavoro, si trova lui a dover fare le spesa e a cucinare, raramente posso permettermi il lusso di mettermi in cucina a creare la sera.
Ma spesso ormai riusciamo a collaborare. Lui inizia ed imposta il lavoro, i primi passi, io lo termino.
L’altra sera ha fatto una ricetta.

Di sua iniziativa.

Di sua ricerca personale.

Di una semplicità estrema, ma altrettanta bontà.
Amo molto la verza e ne compro sempre un paio di piantine.
Anche perchè si mantiene a lungo, anche tagliata.
La mia follia arriva a mangiarla tipo POPcorn, anche davanti alla TV. Cruda. Dopo cena.
Insomma, la adoro.
Maritozzo deve aver trovato le mie piantine li in frigo abbandonate da una lunga settimana lavorativa, e allora si è messo a cercare.

Senza fermarsi alla prima ricetta.

Ehi….aspettate….chiunque stesse già dicendo
Beata lei…il marito che cucina….che Bravo….”
Parliamone…fortunata sicuramente….ma ogni sera è una scommessa…….
Vogliamo parlare della sera in cui ha deciso di cucinare i piselli con l’aceto in padella…….?!?!?
Io per poco non davo di stomaco.
Comunque stavolta a Lui le Lodi ed un articolo intero, perché si è superato.
Ha trovato questa ricetta, e mi ha completamente conquistata!

CHIPS DI VERZA AL FORNO

wpid-20150127_200722.jpg
Ingredienti:
-1 piantina di verza
-sale
-olio

Procedimento:
Impostare il forno a 200°.
Pulire la piantina di verza prendendo tutte le foglie più belle.
Coprire le placche da forno con carta forno.
Stendere le verze su un solo strato, condendole con un filo di olio e sale.
Quando il forno sarà a temperatura, potete infornare e lasciare 10 minuti.
Le verze si coloreranno di bruno.

Servitele calde.

Avete finito.

Non ci credete?

Provatele.

Il titolo della ricetta originale, (CHE VI RIPORTO QUI) dice “Meglio delle patatine fritte
Ho fatto in tempo a dire “SeeeVABB-CRUNCH, GNAM GNAM”.
E a chiederne ancora, PER FAVORE!!!

Questo slideshow richiede JavaScript.

Non ne potrete piu fare a meno! Una tira l’altra!

Provare per Credere!

Grazie Maritozzo per la Ricetta di oggi!

P.S. Mamma Vi consiglia di provare (dallo stesso blog) anche le carote al forno (QUI)!
Staremo diventando VEG????

Buon appetito
LadyC.

QUESTA SERA, (NON) MI MANGIO UN CAVOLO!

In autunno, da un paio d’anni, non riesco proprio a resistere ad un cavolo..ehm scusate, al cavolo nero!

Ho già provato ad utilizzarlo in un paio di ricette, diverso tempo fa.

L’ho fatto in zuppa QUI  e ci ho condito una pasta, come consigliava il fruttivendolo QUI .

E la settimana scorsa, l’ho rivisto al banco.

E non ho resistito.

Cerco subito una ricetta nuova, per rimangiarlo ed assaporarlo, al meglio!
e LA TROVO!

CROSTONI AL CAVOLO NERO, e salsiccia al finocchio

IMG-20141007-WA0041

Ingredienti:

-2 piante di cavolo nero

-aglio

-2 salsicce al finocchio

-olio EVO

-Pane casereccio sciapo

 

Pulire bene le foglie di cavolo levando la base e le coste, io che tanto strana devo rimanere, levo la base, ma  lascio qualche centimetro di costa, mi piace mangiando, sentire il succo che ne esce.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Le metto a bollire per 15 minuti;

IMG-20141007-WA0048

Nel frattempo mettere le fette di pane a bruscare nel forno.

 

Scolo le foglie di cavolo, freddandole immediatamente sotto l’acqua gelata, e tengo da parte , un po’ dell’acqua della bollitura.

Metto in padella aglio olio e faccio soffriggere leggermente, unisco le salsiccia sbriciolata.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Quando la salsiccia sarà cotta, unisco le foglie  cercando di lasciarle intere e faccio insaporire.

Prendo le fette di pane, e le passo nel brodo del cavolo, le bagno per bene e le dispongo su una pirofila.

Questo slideshow richiede JavaScript.

A questo punto, verso il cavolo nero e le salsicce sulle fette di pane, e finisco con un giro d’olio.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Ricetta semplicissima , vero?

Vi prego di provarla, e dirmi cosa vi state mangiando!

Un piatto sublime, delizioso, meraviglioso.

IMG-20141007-WA0026

Ci siamo leccati tutti i polpastrelli!!!!!!

PROVATELA!!!! E mi saprete dire!

 

Buon appetito

LadyC.

 

 

 

 

Finto GELATO ALLA FRUTTA, in casa…e in 5 minuti!

A grandissima richiesta…..Una grandissima ricetta, di sicuro successo.

Mi sento come se presentassi un nuovo cellulare a 50 euro.

Un’affare, un’offerta imperdibile.

Una cosa che AIUTAMELOADI’…NON NE POTRAI FARE A MENO. 🙂

Oggi me la tiro eh…

Beh, facciamo cosi.

Se non altro le mie tesore panzettose “SETTEMBRINE”, so che apprezzeranno, e anche quelle che, come me, dopo cena non ce la fanno proprio a rinunciare al dolce e anche quelli che, hanno una smisurata voglia di gelato ma sono intolleranti al latte e devono girare la città alla ricerca di qualcuno che faccia gelato senza lattosio o semplicemente quelli che vogliono il gelato, e….se lo sono dimenticato al supermercato!

(continuo a tirarmela!!)

Solitamente passo ore a svuotare la credenza cercando qualcosa che possa accontentare quella voglia di dolce…

Che non è proprio fame….è più….voglia di qualcosa di buono!”

E la maggior parte delle volte, non lo trovo.

🙂

Beh insomma,

ho comprato un libro di una dieta americana.

La Carb Lover’s.

Una dieta secondo la quale si dimagrisce mangiando certi tipi di carboidrato.

Ma di questo ne parleremo.

Tra le pagine c’era la ricetta di un “Finto gelato”  “””dietetico”””  che mi ha subito colpita.

La ricetta prevedeva del mango, come frutta.

Ma io che sono anarchica, ho deciso di trasformare la ricetta usando delle mele.

Proverò prima di giurarlo, ma secondo me, si può fare con ogni tipo di frutta.

Adatto anche agli intolleranti al latte, dato che io ho usato quello di soia ed è venuto, concedetemelo,

DA-PA-U-RA!!!

 

Inoltre trovo favoloso che possiamo fare un gelato in casa in 5 minuti e con il solo uso di un frullatore!

Niente sorbettiere e gelatiere!

Se già vi state leccando i baffi, andate in cucina, prendete tutta la frutta che avete, pulitela e fatela a tocchettini, ponetela in sacchettini cuki pesando 125gr a sacchettino (equivale ad una porzione di gelato)

Così avrete già tutto pronto, per le voglie di gelato!

 

Basta chiacchiere, oggi vi passo la ricetta del

 

FINTO GELATO ALLA MELA

20130508_221606

Ingredienti: (x2)

250gr di mango surgelato a pezzetti (io ho usato la mela Pink, e proverò con altri frutti)

90ml di latte all’1%di grassi (io ho usato il latte di soya aromatizzato alla vaniglia)

2 cucchiaini di miele

4 cucchiaini di farina di cocco

 

Avevo precedentemente pulito delle mele, sbucciate e fatte a tocchettini.

Poste in freezer in sacchettini da 125gr l’una, l’equivalente di una porzione.

Ne ho prese due.

Unire nel frullatore la mela surgelata, il latte e il miele.

 

Nota:

Io ormai timorosa della mia finta intolleranza, compro solo latte “finto” (di soya, di farro, di riso, di nocciola).

Ho trovato al supermercato diversi lattini di soya insaporiti

(si ,magari i salutisti mi diranno che sono pieni di schifezze, abbasso la testa in silenzio!)

L’ultimo acquistato è il latte di soya alla vaniglia

(si trova anche al cioccolato, al cappuccino…)

Lo trovo ottimo per le preparazioni, piuttosto che per berlo puro. Sto facendo ottimi frullati e dolcetti con questo latte. Il sapore di vaniglia è piacevole e presente come la vanillina.

Provato in questa ricetta, probabilmente la vaniglia aiuta a farlo sembrare un vero gelato.

20130508_221827

 

Frullare un paio di minuti finche la mela sarà sminuzzata per bene.

 

Mettere subito nelle coppette e decorare con del cocco tritato.

 

Vi giuro che ho finito…Il gelato è pronto…. (riempitemi di baci ora!) 🙂 (si, me la sto tirandoooooooooo!!!)

 

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

E i sensi di colpa stasera…li lasciamo a qualcun altro!

Sbranatevelo con amore!!!

 

Buon appetito

 

LadyC

Tico-Tacos domenicali :)

Questa è la ricetta adatta a chi arriva alla domenica con 2 di pressione!

A me, non andava di fare nulla, volevo mangiare qualcosa di fresco, ma nemmeno un’insalata andava bene.

Mi sono goduta l’ultima ora di sole in terrazza, pregando che le pilloline per l’abbronzatura facessero il loro effetto, anche con il sole delle 7, e poi sconsolata, mi sono ritirata nella mia cucina, la mia pelle era rosa coniglietto. Certo, se proprio vogliamo cercare il lato positivo, ho perso il colorito fantasmino che mi contraddistingue…..ma… “SI PUò FARE DI PIUUUUUU’”!

 

Tacos domenicali

20130505_194244

 

Prepariamo una sorta di Guacamole.

Vi propongo dei Tacos con una salsina verde, pollo cetrioli e pomodorini.

 

“Tu vuò fa l’Americanooooo….”

Ingredienti: (x2)abbondanti

-1 avocado molto maturo

-20 pachino circa

-1 cetriolo

-3 o 4 petti di pollo

-semi di cumino da tritare o polvere

-2 tacos a testa del tipo di mais, morbidi

 

Preparazione:

Prima di tutto, scavate l’avocado con un cucchiaio e mettete la polpa in una ciotola,

tagliamo i pachino in 8 parti (prima a metà, e poi ogni metà in quattro) a meno che non siano molto piccoli, a quel punto basterebbe in 4 e aggiungiamoli all’avocado.

Pestare i semini di coriandolo e aggiungerli alla salsa.

Aggiustare di sale e pepe e mischiare bene.

La salsa è pronta.

20130505_193305

Aggiungerei anche della cipolla a rondelline, ma valutate voi, stavolta io l’ho omessa, sarebbe stata troppo pesante per la cena.

 

Accendere una padella o una griglia per il pollo. Quando sarà rovente, cuocere il pollo, lasciandolo bruciacchiare un pochino.

Una volta cotto fatelo a striscioline e fatelo freddare.

20130505_193941

 

 

Tagliare a rondelle il cetriolo.

20130505_193956

E portare tutto a tavola.

La cena è pronta.

Mi diverte che ognuno dovrà costruire il suo piatto, aggiungendo ciò che preferisce e nelle quantità che preferisce.

Buon appetito!

20130505_194225

 

LadyC

Linguine integrali con San Marzano gratinati e alicette tra-la-la!

E come ormai spesso, troppo spesso che quasi mi spavento, accade, leggo i vostri blog e trovo ricette studiate esattamente sugli ingredienti che ho in frigo.

Una delle mie passioni sono le verdurine al gratin, e succede che se compro 5 kg di verdura, quella sera stessa 2,5kg di quelli finiscono “integliati” in forno con tanto tanto tanto pangrattato sopra.

E ci andiamo avanti per giorni.

E così sono finiti metà dei San Marzano comprati freschi freschi, che mi facevano pena seppelliti nel frigo, e li vedevo più felici in forno.

Se non altro, più felici noi! 🙂

E così lava, taglia spargi, rivesti ,condisci e inforna.

Solo che c’han messo troppo…e la cena era finita.

Dopo cena li ho quindi fatti freddare e poi coperti con la pellicola li ho ricondotti alla loro prigione:

 IL FRIGO!

Il giorno dopo, leggevo i vostri blog e…

Mi trovo un primo strafavoloso di TORTE DI NUVOLE, che usava proprio dei pomodoretti al forno.

IMG-20130502-WA0004

 

Ho modificato la ricetta in base alle mie esigenze, la sua originale la potete trovare QUI!

E via!

Il mio contorno, si è trasformato in pochi istanti in un primo piatto (velocissimo!) da leccarsi baffi, baffetti e piattini!!

 

Linguine integrali con San Marzano gartinati e alicette tra-la-la!

IMG-20130502-WA0002

IMG-20130502-WA0003

Ingredienti:

 

-120gr si linguine integrali

-6 pomodori San Marzano

-pangrattato

-4/5 alici sott’olio

-prezzemolo

-aglio

-olio

 

Preparazione:

 

Pulire i pomodori e divirerli a metà per la lunghezza.

Foderare una teglia da forno , con la carta, disporre i pomodori uno accanto all’altro e salarli abbondantemente, spargere prezzemolo, pangrattato a volontà e per ultimo un filo d’olio a correre su tutti.

Infornate a 180/200° per 40 minuti abbondanti. (se si sbruciacchiano sono più buoni)

Mettere a cuocere le linguine.

Tagliare a pezzetti i pomodori.

Prendere una padellina antiaderente, far scaldare un goccino d’olio con uno spicchio d’aglio.

Mettere le alici e farle sciogliere nell’olio, aggiungendo poi i pomodoretti fatti a pezzettini.

Girare velocemente pochi minuti e spegnete il fuoco.

Scolare le linguine al dente e finire la cottura in padella con un mestolo dell’acqua di cottura!!!

IMG-20130502-WA0005 IMG-20130502-WA0003

 

 

Buon appetito!

LadyC

Eccomiiiiiiiii!!! E…..L’UOVO AL MUFFIN!

Ciao Ciao, bacetti bacetti, abbrazzi abbrazzi.

Mamma mia che sospiro di sollievo stamattina quando ho visto che navigavo a velocità .umane.

Ebbene,

in questi giorno ho cucinato tanto e ho quasi l’imbarazzo della scelta.

Sto cercando disperatamente colui che mi ha ispirato la ricetta di cui parlerà oggi.

Sò di certo che ha un blog qui su WordPress, che tiene corsi di cucina, mi sembra al Nord.

Scrive poco…specialmente negli ultimi tempi e anche andando a ritroso nei post non lo trovo.

L’ultima volta che ho visitato il suo blog aveva un’immagine di lui vestito da chef sdraiato in un prato (?) credo al posto dell’intestazione.

Insomma, sapete quanto possa odiare fare una ricetta di qualcuno e non riportarne le paternità!

Ma non lo trovo, quindi apriamo una sorta di CHI L’HA VISTO: se qualcuno conosce questo Giovine fatemelo sapere che scriverò subito che l’idea geniale di questa ricetta, è tutta sua!

La ricetta di oggi è………Almeno il titolo me lo invento:

L’UOVO AL MUFFIN, per gli amici “OVO, COME L’OVOOO”

IMG-20130408-WA0045 IMG-20130408-WA0052

La ricetta è di una semplicità assoluta, ma l’idea è davvero geniale.

Ingredienti:

-1uovo a testa

-1 confezione di pancetta affumicata (quella del supermercato da due vaschette, mi è bastata per sei muffin)

-un rametto di timo fresco

-burro (per la teglia)

Non ho fatto altro che:

imburrare uno stampo per muffin.

Accendere il forno a 180°.

Rompere un uovo in ogni stampo, e versare con attenzione per non rompere il tuorlo, dei cubetti di pancetta. Decorare  con un rametto di Timo fresco, appoggiandolo delicatamente, affinchè non affondi.

IMG-20130408-WA0058

IMG-20130408-WA0078

IMG-20130408-WA0083

(mi scuso per le foto, colpa di Maritozzo che scatta foto in evidente stato di ebrezza!!!)

E il gioco è fatto!!!!

Infornare a forno caldo per 20 minuti circa (per avere il tuorlo ben cotto), altrimenti se lo preferite liquido, diminuite i tempi.

Davvero facilissimo e ne assicuro il successo e il grande effetto scenografico!

L’ho utilizzato per un ricco antipasto che prevedeva Castagne d’acqua in camicino elegante (a breve la ricetta), insalata di rughetta e fragole con balsamico, e l’ovo come l’ovo!!

IMG-20130408-WA0056

IMG-20130409-WA0000

Buon divertimento

LadyC

Tagliolino vers.2 “Italia a modo mio”

Da sempre, se penso a cibi che riportino i colori della bandiera italiana penso a basilico, mozzarella e pomodoro.

Ma l’altro giorno, ho cambiato idea.

Sono tornata a casa tardi, avevo il (famoso) mezzo pacco di tagliolini da finire. 🙂

Decido di buttar giù qualcosa.

Senza idee, ma con l’unico scopo di liberare presto lo spazio nel frigo.

Tiro fuori velocemente

Del formaggio spalmabile, dei porri e dei pomodorini ciliegino secchi.

Li guardo e…..la bandiera dell’Italiaaaaaaaaa!!

Ma questa è Italia , a modo mio!

 

Altra ricetta velocissima, e di sicuro successo!

Sicuramente da provare!

 

TAGLIOLINI “ITALIA A MODO MIO”

 20130321_210454

Ingredienti:

-250gr di tagliolini all’uovo

-1 porro

-30 gr di ciliegini secchi

-90 gr di formaggio spalmabile light (tipo philadelphia)

 

Procedimento:

Tagliare via la prima foglia del porro.

Tagliarlo a rondelline e sgranarlo.

Far scaldare un goccino d’olio e.v.o. in padella.

Versare il porro e farlo rosolare.

Aggiungere i pomodorini e mischiare.

Mettiamo in padella anche il formaggio con un mestolo d’acqua di cottura.

Si creerà una cremina.

Salare a proprio piacimento.

 

Quando la pasta sarà quasi cotta scolarla e farla mantecare pochi minuti in padella.

Servire in tavola Decorando la porzione con i porri ed i pomodorini.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Buon appetito

LadyC

Riprendiamo da “I due tagliolini” -vers.1 Al limone e zafferano-

E dopo aver recapitato il premio ai 13+11 blogger, torno qui a parlar di tagliolini.

Ora oltre alla dispensa devo pure correre a svuotare il frigo, dato che finalmente sabato arriva il nuovo, LUI IL GRANDE MITICO “GRANDE FRIGO”.

Non è il frigo che sognavo, ma le dimensioni di casa non mi consentono di avere il frigo doppia anta.

Sono felicissima perchè almeno siamo passati da uno alto 160cm..(ovvero alto come me)..ad uno alto “poco più di 200cm“.

Purtroppo la scaletta non era compresa, mi sentirò un pò come Belle di “La bella e la bestia”.

Ve la ricordate nell’immensa biblioteca, che scorreva tutta la libreria spingendosi con un piedino su quella scaletta in legno?

Ecco,  date anche a me una scaletta per il frigo nuovo.

E vi canterò

Quella ragazza é proprio originale,
con che aria sempre se ne va!
Lei non assomiglia a noi,
pensa sempre ai fatti suoi,
la sua bella testolina non é qua!
Bonjour!
Buondì!
E la famiglia?
Bonjour!
Salve!
Lei come sta?”

Ma torniamo a noi.

Questa ricetta è un pò riciclosa, ma davvero gustosa.

Avevo in frigo mezzo chilo di tagliolini.

E durante la scorsa settimana, li ho preparati in due versioni.

Ecco a voi la prima -SEMPLICISSIMA- versione.

Io ho sempre creduto che ci volesse la panna per questo tipo di condimento.

E invece!

Ottima anche come ricetta –salvataggio- per cene last minute!!!!

 

TAGLIOLINI AL LIMONE E ZAFFERANO

20130318_204222

Ingredienti(x3 persone):

-250gr di tagliolini all’uovo

-1 limone

-60gr di burro

-un cucchiaino di zafferano in polvere

 

Procedimento:

Mettere a cuocere la pasta.

In una padella far sciogliere i 60gr di burro.

Grattugiare la scorza del limone direttamente nella padella con il burro ed aggiungere un cucchiaino di zafferano in polvere.

Ricavare il succo dal limone utilizzato per la scorza e aggiungerlo alla cremina di burro e zafferano.

Far cuocere questo sughetto per pochi minuti.

Scolare la pasta al dente.

Mantecare i tagliolini in padella aggiungendo  un cucchiaino di acqua di cottura.

20130318_204207

Semplicissima e deliziosa!

Magari perché no, si potrebbero aggiungere dei gamberi!

 

Buon appetito

LadyC